La Metropolitana di Milano in un GIS

La GeoGraphics, su incarico di MM Ingegneria, ha predisposto un modello GIS per la catalogazione e gestione dell’intera rete metropolitana sotterranea della città con le attuali quattro linee. Questa rete si sviluppa complessivamente per 95 km con 103 stazioni, oltre alla tratta urbana in sotterranea del “collegamento ferroviario passante” di 10 km e 7 stazioni.

Il progetto GIS

La mappatura delle infrastrutture della Metropolitana richiedeva una riorganizzazione iniziale delle informazioni disponibili che ha coinvolto in modo trasversale gli uffici di ingegneria e gli uffici di cartografia di MM per poter disporre di una soluzione esaustiva a vari livelli e “sostenibile”. Da un lato si voleva soddisfare la necessità di rendere accessibili informazioni sul posizionamento e stato fisico delle numerose infrastrutture, dall’altro si voleva fornire anche uno strumento sufficientemente dettagliato a supporto del settore di ingegneria, da utilizzare come unico punto di accesso alle informazioni in caso di interventi o rilascio di autorizzazione agli scavi.

Modello dati e approccio operativo

La fase di progettazione del modello dati ha ricoperto un ruolo preponderante nel progetto ed è stato necessario valutare, soprattutto, la “sostenibilità” del modello dati, ovvero la possibilità di reperire realmente la grande quantità di informazioni associabili agli elementi fisici delle infrastrutture (livelli, quote, piani, date, ecc…). Mentre alcune informazioni (e limitatamente ad alcune linee) erano  già disponibili in formato digitale, molte altre informazioni andavano ricavate da archivi cartacei di non facile reperimento e consultazione e, soprattutto, legate alla “memoria storica” di personale aziendale.

Considerata la varietà degli strati informativi di partenza, si è deciso di distinguere due piani operativi:

  • La creazione della componente geometrica.
  • La compilazione dei dati descrittivi.

La creazione della componente geometrica richiedeva l’apporto di tecnici CAD in grado di conoscere ed interpretare i dettagli costruttivi. Per utilizzare al meglio queste professionalità sono stati definiti dei “template” di digitalizzazione e strutturazione delle informazioni vettoriali in modo da poterle trasferire in ambiente GIS con procedure semi-automatiche, da eseguire a corpo e per stati di avanzamento. La compilazione dei dati descrittivi e l’associazione degli allegati documentali (profili, dettagli, foto, ecc…) viene eseguita su piattaforma Geocortex in ambiente WEB una volta eseguita l’importazione della componente grafica. Questa fase viene svolta dagli stessi operatori CAD che, a seguito di una breve formazione, hanno acquisito autonomia nell’interpretare le sorgenti documentali cartacee/elettroniche (tipicamente file XLS) e a compilare le schede informative associate agli oggetti GIS (linee, binari, livelli delle stazioni, nodi della rete, ecc…).

Scopri di più>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *